cronaca

Palermo: oratorio a comunità ebraica, diventerà sinagoga (2)

24 Ore (AdnKronos) - L'Oratorio di Santa Maria delle Grazie, detta del Sabato, sorge nell’area un tempo occupata dagli antichi borghi ebrei della 'Guzzetta' e della 'Meschita'. Il quartiere ebraico di Palermo, compreso tra via Maqueda e via Roma, mantiene ancora oggi, anche dopo cinquecento anni, alcune delle caratteristiche strutturali dell’edilizia ebraica, che prevedeva la possibilità di chiusura degli accessi identificabili in alcuni passaggi ad arco, inseriti nelle cortine edilizie delle strade.E' proprio attraverso una cornice di passaggio, lungo l’attuale via Calderai, costituita dall'arco della Meschita, che è possibile accedere all'Oratorio della Compagnia di San Nicolò da Tolentino, che nel 1507 aveva edificato la propria chiesa lì dove esisteva, fino al 1492, una sinagoga, detta 'Meschita', nome con cui i cristiani chiamavano qualsiasi edificio sacro non cristiano.