A Tempio per dare vita alla provincia del Nord-Est, sul piede di guerra i sindaci galluresi

Cronaca
OLBIA. Dopo la collaborazione intrapresa tra i Sindaci di Tempio e Olbia e il colloquio con gli esponenti parlamentari ed i consiglieri regionali galluresi, si è tenuto ieri  nel Salone di Rappresentanza del Comune di Tempio l’incontro con i Sindaci che hanno accolto con favore l’iniziativa di unire le forze per rivendicare i diritti del territorio. La riunione è stata fortemente voluta da Andrea Biancareddu e Settimo Nizzi per suggellare, dinanzi ai Sindaci della Gallura, il patto di mutua solidarietà sottoscritto ad Olbia nel mese di Febbraio. Patto che ieri è stato fatto proprio dai rappresentanti del territorio che non hanno mancato di rappresentare e approfondire con le loro considerazioni la necessità di marciare uniti per l’autonomia e l’autodeterminazione del Nord-Est della Sardegna.

«La rivalità tra Tempio e Olbia non esiste e siamo qui per dimostrarvelo. Adesso dobbiamo collaborare insieme e compatti per la sopravvivenza e per portare avanti  le battaglie per i nostri diritti. Il nostro patto sarà come la Nato. Se attaccano uno dei 26 Comuni, attaccano tutta la Gallura». Sono state queste le parole con cui il Sindaco Andrea Biancareddu ha aperto l’incontro. Seduto accanto a lui il Primo Cittadino di Olbia Settimo Nizzi che nel suo intervento ha sottolineato: «E’ arrivato il momento di anteporre gli interessi del nostro territorio e affrontare uniti le rivendicazioni per lo sviluppo della Gallura. Sono qui perché ci credo e sono determinato a raggiungere l’obiettivo insieme a voi. La provincia di Sassari per noi non esiste, noi abbiamo la nostra Provincia ed una proposta di legge per l’istituzione della nuova articolazione territoriale, che deve essere fatta subito».

Dopo i due interventi, si sono alternati i rappresentanti regionali Galluresi, il neo assessore all’agricoltura Pierluigi Caria ed i consiglieri regionali Giuseppe Meloni e Giovanni Satta. La parola è poi passata ai Sindaci presenti. Chi non era presente (si tratta di assenti giustificati), ha comunque manifestato il proprio favore e plauso all’iniziativa. Dalla riunione è scaturita la prima dura presa di posizione dei Primi Cittadini che vogliono rivendicare con forza l’istituzione della nuova Provincia del Nord-Est ed hanno confermato il pieno sostegno alla proposta di legge presentata in Consiglio dai quattro consiglieri regionali della Gallura. Il passo successivo sarà la convocazione da parte di ogni Comune del  proprio consiglio che si dovrà pronunciare sull’argomento; immediatamente dopo si terranno assemblee pubbliche. Durante la riunione non sono mancati attestati di solidarietà e stima nei confronti del dimissionario Sindaco di Palau, Francesco Pala.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche