Approda dopo dieci anni a Olbia un cargo carico di tonni per la As Do Mar

All'orizzonte però si prospettano alcune problematiche
Cronaca
di Davide Mosca
OLBIA. Un cargo battente bandiera panamense, la motonave New Takatsuki, è approdato stamane nel porto commerciale di Olbia. A bordo erano stipate oltre mille tonnellate di tonni interi da consegnare alla As Do Mar, aziende leader nella produzione del tonno in scatola che ha la sua base operativa proprio a Olbia. Erano diversi anni, circa dieci, che non si vedeva un carico del genere passare per Olbia. Generalemente il tonno è sempre arrivato attraverso i container, ma essendo stati allegeriti i controlli negli ultimi tempi  le compagnie che si occupano del trasporto di questo prelibato alimento hanno optato per il trasporto sui mercantili del tonno surgelato. Una maggiore convenienza economica per queste società, ma un problema all'orizzonte per l'As Do Mar. Sembrerebbe, infatti, che i controlli sui prodotti di questo tipo dal 2016 vengano effettuati solo nel porto di Cagliari. Una problematica che preoccupa non poco e che potrebbe scoraggiare le società a passare prima da Cagliari, per poi approdare a Olbia e dunque rifornire la As Do Mar che potrebbe vedere triplicati i costi di consegna delle materie prime.

Ma l'approdo di oggi a Olbia è anche una boccata d'ossigeno per la compagnia portuale Corridoni che sta attraversando un momento di crisi con diciassette dipendenti che stanno per essere licenziati. La crisi è dovuta al drastico calo delle commesse negli ultimi anni e ad alcuni contratti venuti meno con i principali armatori che operano nello scalo portuale gallurese. Le operazioni di stoccaggio del tonno andranno avanti per una settimana circa e potrebbero già nelle prossime settimane arrivare altri carichi destinati proprio alla As Do Mar.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica