S'Iscuru

L'Ente Parco con l'associazione acque libere

Sociale
OLBIA. Il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena sostiene con entusiasmo l’iniziativa promossa dall’associazione “Acque libere” per la seconda edizione della manifestazione: “Stile di vita, nutrizione e vela” che prenderà vita a partire dal prossimo 24 aprile  un progetto sperimentale a favore di persone affette da sclerosi multipla.  Il progetto, voluto e sostenuto dal Rotary Club di Milano San Babila, patrocinato dal Comune di La Maddalena, è pensato ed organizzato da Acque Libere grazie alla preziosa collaborazione del Centro Sclerosi Multipla IRCCS Fondazione Don Carlo Gnocchi e dell’associazione CiboèSalute. I partecipanti al corso saranno ospitati all’interno di una struttura completamente accessibile situata nel Borgo di Stagnali sull’isola di Caprera messa a disposizione di Acque Libere dal Parco Nazionale Arcipelago di La Maddalena.

Il progetto nasce dall’esigenza di affiancare alla terapia farmacologica degli strumenti che rendano più efficace il trattamento della sclerosi multipla. Ciò ha fatto si che si creassero una serie di interessi legati all’alimentazione, all’esercizio fisico e al benessere mentale. Dare alle persone con sclerosi multipla la possibilità di sperimentare delle difficoltà in un contesto diverso dal proprio come quello della barca a vela, permette di far conoscere i propri limiti ma -allo stesso tempo- comprendere le proprie potenzialità. Il programma prevede dunque corsi di vela - attivati e gestiti dai volontari della Onlus maddalenina, specializzati in corsi velici per disabili - escursioni alla scoperta della storia e delle bellezze paesaggistiche dell’arcipelago e una sana e corretta alimentazione elaborata dalla Dottoressa biologa nutrizionista Valentina Rossi dell’associazione Cibo è Salute.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche