Golfo Aranci, processione a mare per la festa di San Silverio e in notturna la remata dei mestieri

Cronaca
OLBIA. Sentimenti di fede e orgoglio delle proprie radici si uniscono insieme il 20 giugno per celebrare San Silverio, patrono dell'isola di Ponza e santo a cui la comunità golfoarancina è profondamente legata. La devozione verso il santo, papa nel VI secolo, esiliato sull'isola di Ponza nel 536, affonda le sue radici nel passato recente, quando tra la fine del 1800 e i primi del Novecento, un gruppo di pescatori ponzesi decise di stabilirsi a Golfo Aranci. Un insediamento che ha portato nel comune gallurese le tradizioni marinaresche e della pesca tipiche di Ponza e il culto per San Silverio.

Il Comune di Golfo Aranci, insieme alla Pro Loco locale organizza la giornata di festeggiamenti che prenderanno il via con il ritrovo dei fedeli alle 17.30 presso la chiesetta storica San Giuseppe a cui seguirà la Santa Messa e la tradizionale processione a mare.
«Anche quest'anno l’amministrazione comunale intende essere in prima linea per la tradizionale festa dedicata al santo - dichiara il sindaco Giuseppe Fasolino -: un importante momento di fede per la comunità attraverso cui mantenere vivo il ricordo delle radici ponzesi che fanno orgogliosamente parte della nostra identità».

Un momento di grande intensità emotiva che ricorda l'esodo dei pescatori ponzesi e che diventa occasione per rinnovare la devozione al santo e invocare la sua protezione. Alla fine dei festeggiamenti religiosi è prevista la degustazione di pennette al sugo di polpi alla golfarancina e musica dal vivo.

Ma la festa per il santo patrono non finirà con il calar del sole. Quest'anno il Comune, grazie alla preziosa organizzazione della Lega navale di Golfo Aranci, della Pro Loco e la collaborazione della Lega navale di Olbia ha introdotto nei festeggiamenti una novità assoluta: la Remata di San Silverio. Si tratta di una gara sportiva non agonistica su imbarcazioni di legno da otto metri e mezzo che vuole essere un omaggio alla tradizione marinaresca di Golfo Aranci.La manifestazione si svolgerà nello specchio di mare davanti alla Prima spiaggia, alle 21.30. Delle torri faro illumineranno a giorno la porzione di mare in cui gli equipaggi, a bordo dei palischermi con dieci vogatori, si daranno battaglia a colpi di remi.
La collaborazione della Lega di Golfo Aranci con quella di Olbia porta in paese la prima delle tre gare del "Circuito dei mestieri", competizione non agonistica tra squadre composte da rappresentanti delle più diverse categorie lavorative. Sarà divertente vedere come se la cavano in acqua i vigili del fuoco, i giornalisti, i professori, i geometri, i veterinari, le maestre elementari, le casalinghe, gli elettricisti, i dipendenti comunali.
Le squadre si sfideranno due alla volta su un percorso di 240 metri con due virate. Il vincitore porterà a casa il trofeo della Remata di San Silverio.

Alla festa religiosa – conclude il Sindaco Fasolino - quest'anno abbiamo voluto aggiungere la Remata di San Silverio, un bello spettacolo di sport e divertimento, per rimarcare il valore della nostra cultura marinaresca e l'impegno, anche per il futuro, a ridare slancio a questa nostra tradizione". Già lo scorso anno Golfo Aranci aveva ospitato una gara del circuito dei mestieri con una grande partecipazione di pubblico. Da qui la volontà di riproporre l'iniziativa con la dedica speciale a San Silverio.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche