Squalo in riva al mare a la Cinta di San Teodoro scatena panico in spiaggia, ma era un grosso tonno

Il grosso pesce era ferito ed è deceduto poco dopo
Cronaca
di Davide Mosca
OLBIA. Una pinna, la sagoma di un grosso pesce che si avvicina pericolosamente alla riva e ai bagnanti. Forse uno squalo. Il bagnino lo avvista dalla torretta, presente sulla spiaggia comincia a fischiare e a far uscire la gente dall'acqua. Attimi di panico, centinaia di persone che in questa splendida giornata di sole fuggono in preda alla paura. No, non è una scena del film di Steven Spielberg lo Squalo e nemmeno un fatto accaduto sulle spiagge australiane dove eventi di questo tipo capitano di frequente. E' successo a San Teodoro, questo pomeriggio alle 16.30, sulla spiaggia della Cinta. Per fortuna, però, non si trattava di uno squalo. Ma solo avvicinandosi all'animale i bagnini che ogni giorno garantiscono la sicurezza in spiaggia e in mare dei bagnanti hanno potuto verificare che si trattava di un tonno.

Una bestia di circa due metri e mezzo per circa un quintale peso, ferita su un lato e stordito. I ragazzi del salvamento insieme ad altre persone hanno provato a prendere il tonno per tentare di portarlo a largo, ma non senza difficoltà vista la forza spaventosa dell'animale che si divincolava e ritornava sempre sulla battigia. Centinaia di persone sono rimaste lì a guardare, con il fiato sospeso, per un evento che di rado si verifica in spiagge così affollate. A quel punto i bagnini hanno preso il pattino e hanno trasportato il tonno a oltre duecento metri dalla riva. Nel frattempo è stata avvertita la Guardia Costiera che però era impegnata in altri interventi di soccorso. Sul posto sono intervenuti allora gli uomini dell'Area Marina Protetta di Tavolara che con un gommone sono giunti alla Cinta e con il veterinario hanno potuto verificarne il decesso e a quel punto sono state attivate le procedure di affondamento dell'animale. Le cause del decesso potrebbero essere collegate al tentativo fallito di pesca, con l'animale che è riuscito a divincolarsi, ma non purtroppo ad evitare il suo triste destino viste le profonde ferite.  

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica