Domani a Tempio Pausania manifestazione contro i tagli alla sanità Gallurese

Cronaca
OLBIA. In marcia contro la riforma della rete ospedaliera che la giunta regionale sta cercando di approvare e per difendere gli ospedali della Sardegna che giorno dopo giorno stanno perdendo pezzi importanti con la chiusura di reparti e la soppressione di servizi fondamentali. L'Alta Gallura si prepara alla manifestazione del 18 luglio dai residenti del territorio e da numerose associazioni in collaborazione con il sindaco di Tempio Pausania, Andrea Biancareddu che ha presieduto il comitato organizzativo. Il territorio si presenterà unito. I sindaci dell'Unione dei Comuni Alta Gallura hanno aderito all'unanimità alla protesta e oltre a partecipare personalmente coinvolgeranno i rispettivi consigli comunali. Le adesioni crescono di ora in ora per una manifestazione che non vuole essere solo a difesa del presidio ospedaliero Paolo Dettori ma contro una riforma che non elimina gli sprechi ma penalizza le aree deboli e che vuole andare a risparmiare proprio dove invece bisognerebbe potenziare. "Gli ospedali non sono, infatti, solo ed esclusivamente dei territori dove sono ubicati, ma sono un bene di tuttti, non solo dei residenti ma anche di chi occasionalmente è ospite del nostro territorio- fanno sapere dal comune-".

Il Sindaco Andrea Biancareddu nell'incontro organizzato dall'Anci ad Oristano con i sindaci dei comuni aventi nel proprio territorio una o più strutture ospedaliere e che si è chiuso con un documento unitario, ha invitato i colleghi alla manifestazione e diversi hanno aderito all'iniziativa. Anche il Sindaco di Olbia, Settimo Nizzi, si unirà al corteo. Biancareddu, in un appello lanciato su facebook, ha infatti precisato che malgrado il tentativo di alcuni di etichettarla come politicizzata, la manifestazione nasce dal basso e vede in prima linea associazioni della città e del territorio  e gruppi spontanei nati per difendere il mantenimento di servizi fondamentali come  “ Le mamme di Gallura”.

A pochi giorni dalla manifestazione il comitato organizzativo, che ha svolto opera di sensibilizzazione nel territorio,  ha organizzato per oggi e domani  diversi banchetti in giro per la città per  informare i cittadini sulla riforma e le sue conseguenze. Il Sindaco con una lettera ha invitato i commercianti a chiudere le attività nell'ora della manifestazione  per partecipare al corteo che partirà  19 da Piazza Gallura,  per poi  passare per il quartiere di San Francesco, attraversare quella parte di circonvallazione e risalire per via Settembrini. Da  Corso Matteotti, via Roma e ritorno a Piazza Gallura dove un palco, già preparato per altri eventi estivi, ospiterà gli interventi delle autorità amministrative e anche della popolazione civile.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche