S'Iscuru

Domenica trasferta dell'Olbia ad Arezzo, i bianchi preparano la sfida

Sport
OLBIA. ll giorno di break è servito a smaltire l'amarezza per il ko di domenica e a ricaricare le pile dopo una settimana molto impegnativa. Per l'Olbia, uscita dal campo tra gli applausi del pubblico dopo la sconfitta casalinga contro il Siena, è iniziata dunque una nuova settimana di allenamenti che servirà per preparare la difficile trasferta di Arezzo, dove i bianchi sono chiamati a giocare domenica 15 ottobre alle ore 14:30.
Con Piredda che ha lavorato in disparte e Iotti che è tornato in gruppo, la seduta di questo pomeriggio ha visto la squadra disimpegnarsi in due gruppi distinti. In un clima di grande concentrazione e serenità, lungo lavoro atletico e aerobico per chi ha giocato domenica mentre chi non ha giocato ha svolto ripetute e partitelle a tema.

L'Arezzo che andrà a sfidare è l'Olbia è una squadra in grande salute, rigenerato dalla cura dell'esordiente (nella categoria) Massimo Pavanel, tecnico subentrato sulla panchina della squadra amaranto all'indomani dell'esonero di Claudio Bellucci. Dopo il ko all'esordio contro la Lucchese, la squadra toscana ha cambiato decisamente marcia infilando una serie di tre risultati utili consecutivi: le vittorie contro Alessandria (0-1) e Pontedera (2-1) e il pareggio a domicilio imposto all'ex capolista Livorno (1-1).
Proprio il successo contro il Pontedera del 4 ottobre ha spezzato un lungo sortilegio negativo per gli amaranto: nelle ultime sette partite disputate tra le mura amiche, l'Arezzo aveva infatti riportato sette sconfitte, laddove l'ultima vittoria risaliva addirittura allo scorso 23 marzo (1-0 alla Pistoiese). Un segnale di riscossa per un ambiente e una squadra che hanno ritrovato fiducia ed entusiasmo, contro i quali i ragazzi di Mereu sono chiamati a compiere una nuova impresa.
Ma se l'Arezzo attraversa un buon momento di forma, l'Olbia non è certo da meno. Contro la Pistoiese e il Siena i bianchi hanno offerto due prove prova di sostanza e qualità, mancando il risultato per episodi sfavorevoli e raccogliendo per questo meno di quanto avrebbero meritato. Un punto in due partite, qualcuno lasciato per strada e un'Olbia che riparte dunque con ancora più fame.
La squadra tornerà in campo domani alla Basa per la classica doppia seduta del mercoledì.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione