S'Iscuru

Nuovo logo per "Destinazione Arzachena Costa Smeralda"

Cronaca
OLBIA. Il Comune di Arzachena avvia i lavori per la realizzazione di un nuovo unico marchio finalizzato alla promo commercializzazione internazionale della destinazione Arzachena Costa Smeralda. Entro le ore 10 del prossimo 14 ottobre, aziende, singoli professionisti, raggruppamenti temporanei di imprese, consorzi, ecc. possono presentare la domanda di candidatura all’ufficio protocollo del Comune per essere successivamente contattati per la presentazione di un progetto sul nuovo marchio. L’attenzione, in particolare, dovrà essere rivolta alla dicitura “Arzachena Costa Smeralda”, da realizzare mediante utilizzo di un linguaggio moderno ed efficace di comunicazione capace di riposizionare e promuovere l’intero territorio e le sue potenzialità nel mercato globale.

Dagli incontri a luglio con le singole categorie di operatori, alla formazione di un team di coordinamento e alla mappatura delle attività ad agosto, al 1° workshop di presentazione delle aziende e dei benefici di una Destination management organization (DMO) organizzato lo scorso 27 settembre a Porto Cervo, fino alla definizione di un prodotto “autunno/inverno” ad ottobre: il percorso portato avanti dall’assessorato al Turismo del Comune di Arzachena diretto da Stefania Filigheddu per la riorganizzazione, il riposizionamento e lo sviluppo del comparto turistico locale fa un ulteriore passo avanti.

«Serve un marchio unico che trasmetta valori ed esperienze legati a tutti i club di prodotto presenti e fruibili nel territorio in ogni stagione – spiega l’assessore Filigheddu -. Il progetto deve rappresentare le eccellenze del territorio comunale in modo integrato: la storia antica, il recente passato di cui è protagonista la Costa Smeralda, il patrimonio naturalistico, fino a includere l’offerta dei prodotti outdoor, balneare, enogastronomico, storico-culturale al fine di connotare in modo univoco la destinazione e garantirne, così, una maggiore competitività a livello mondiale».

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche