"Sassari e le sue statue", giovedì si chiude il ciclo di conferenze con Antonello Mattone

OLBIA. Giovedì 15 febbraio alle 18, all’Archivio storico comunale di via Insinuazione 33, lostorico Antonello Mattone presenta una conferenza dedicata a “Pasquale Tola e la storiografia sardo-piemontese dell’Ottocento”. Un argomento al quale Mattone, docente universitario, ha dedicato numerosi studi, tra quali si segnalano i saggi sulla falsificazione delle Carte d’Arborea e la monografia su GiuseppeManno. La conferenza chiude il ciclo di incontri a tema “Sassari e le sue statue”, sempre piuttosto partecipati, a testimonianza dell’interesse dei cittadini verso una materia affascinantee complessa, non sempre indagata come meriterebbe, che in queste settimane hacoinvolto professionisti, esperti e ricercatori con approfondimenti e dibattiti, dando un valore aggiunto ai già preziosi contenuti della mostra “VIVO. Come una statua”, visitabile all’Archivio fino al 31 gennaio scorso.

 La serie diappuntamenti, negli ultimi mesi ha ospitato le relazioni dello storico ManlioB rigaglia, del direttore dell’Archivio, Paolo Cau, e delle studiose Simonetta Castia e Stefania Bagella di Aristeo. Tra gli argomenti presi in esame ci sono la storia dei personaggi immortalati nelle sculture pubbliche cittadine; le diverse fasi di attuazione e il contesto di realizzazione dei monumenti statuari pubblici presenti nelle piazzedi Sassari; gli sviluppi e le evoluzioni della statuaria negli ultimi anni e, nel caso specifico, lo studio sul monumento dedicato a Enrico Costa, al momento in fase di realizzazione.

 L’iniziativa è ideatae promossa dal circolo culturale Aristeo in collaborazione con l’Archiviostorico comunale, ed è patrocinata dalla Regione Autonoma della Sardegna, dalComune di Sassari e dal Comitato per un monumento a Enrico Costa.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

Partito Democratico - Elezioni Politiche 2018