Olbia Di Pinta 2018

Posticipato il festival Mirtò a Porto Cervo, ma raddoppiano le date

OLBIA. Grazie all’accordo siglato con il Consorzio Costa Smeralda e con il patrocinio del Comune di Arzachena,  Mirtò sbarcherà a Porto Cervo il 21 e 22 aprile. Le avverse condizioni meteo previste per questo fine settimana hanno spinto l'organizzazione a spostare di una settimana l'evento ma nello stesso tempo a raddoppiare le date per accogliere le richieste di partecipazione da parte di tantissimi rappresentanti l'artigianalità sarda.

 Con l’Anteprima del Festival Internazionale del Mirto, la Costa Smeralda si appresta ad accogliere il meglio delle eccellenze sarde: per due giorni, dalle ore 10 alle ore 21, oltre 50 espositori sardi legati al mondo Mirtò  proporranno i loro prodotti e la loro creatività.

La Cucina e il Mirto saranno sempre i grandi protagonista nei due giorni dell'evento:

La Cucina: dopo quella stellata dei grandi chef di fama mondiale, arriva a Porto Cervo l’arte culinaria figlia della cultura sarda, e che sarà la protagonista del programma televisivo di Rete 4 "Ricette all'Italiana" condotto da Davide Mangacci.  Due puntate del programma verranno infatti registrate proprio a Porto Cervo durante l'evento. Davanti alle telecamere ed a fornelli si cimenteranno chef sardi che proporranno in una avvincente sfida culinaria alcuni piatti tipici della Sardegna, in particolare del territorio Gallurese. Una apposita giuria sarà poi chiamata a decretarne il migliore.

Il Mirto: sarà altro grande protagonista nei due giorni dell'evento, con un’area espositiva interamente dedicata ai produttori sardi che, all'interno dei propri stand, presenteranno i prodotti ottenuti dalla lavorazione dei frutti della pianta spontanea simbolo della macchia mediterranea.

Ma non solo Cucina e Mirto: grazie a Mirtò, il Consorzio Costa Smeralda intende proporre iniziative che possano allungare la stagione turistica anche nei mesi di bassa affluenza turistica. Lo fa puntando sulla tradizione e sulla tipicità, rappresentata per l'occasione da molte aziende sarde del territorio come i produttori locali di olio e il Consorzio del Vermentino DOCG. Sempre in tema di tradizione, protagonisti saranno gli stilisti sardi, capaci di rappresentare in modo unico ed originale quella sartoriale isolana. Tra questi “Isole Faber", team di stilisti associati molto conosciuti in ambito territoriale al quale va riconosciuto anche il merito di aver saputo trasformare la sartorialita' sarda adattandola al contemporaneo mondo della Moda.

Sarà presente l’artigianato di eccellenza in grado di affermarsi nel mondo. Le famose"Pattadesi", i coltelli di Max Manca Knivers di Pattada,  sono un esempio di ciò che si potrà ammirare nelle due giornate dell'evento.

A conferma dell'indubbio valore attribuito all'evento, segnaliamo la presenza di alcuni produttori venuti da lontano con il marchio di qualità del Parco di Porto Conte. 

Per raccontare i due giorni di Porto Cervo sarà presente Sardegna Immaginare, magazine semestrale leader di settore nella diffusione in Sardegna e vera eccellenza sarda nell’immenso panorama dell'editoria nazionale, con numeri da far invidia a importanti testate italiane. Nello stand di Sardegna Immaginare sarà possibile ammirare alcune delle splendide ragazze in costume sardo protagoniste della campagna pubblicitaria dell'ultimo numero prodotto ed attualmente in vendita in edicola.

Il programma delle due giornate prevede l'alternarsi di esibizioni folkloriche, fortemente volute dal Consorzio Costa  Smeralda con l'obiettivo di far riflettere sulle proprie radici e per mantenere vive le tradizioni. Come per esempio gli antichi giochi della Sardegna, presentato in abiti POVERI del 900 dagli alunni della Classe 3^ A della Scuola Primaria  "Giorgio Asproni" di Gonnesa e guidati dalla docente Ornella Boschetto nell’ambito del progetto "GIOGUS ANTIGUS", nato per far riscoprire e riportare in vita i giochi del passato del territorio "Sulcitano".

Certa inoltre la partecipazione dei Mamuthones e Issocadores dell’Associazione Atzeni di Mamoiada, che arrivano a Porto Cervo reduci da successi e consensi in giro per il mondo anche grazie alla stretta collaborazione con Mirtò.

Alle 18,00, la Piazzetta di Porto Cervo, teatro dell’evento per l’intera giornata, ospiterà la presentazione del Festival Internazionale del Mirto, in programma a Olbia dal 17 al 20 agosto prossimo. 

Al termine della presentazione seguirà un concerto di  canzoni tradizionali.

Durante i due giorni dell'evento il Bar Sole in  Piazzetta, Il ristorante- bar Prince e il ristorante dell’hotel Luci della Montagna offriranno dei menù con i piatti della tradizione  a prezzi compresi fra 18 e 25 euro.

“Le avverse condizioni meteo ci hanno costretto a spostare di una settimana l'evento, ma saranno comunque due giornate intense che offriranno agli ospiti una vetrina delle eccellenze della Sardegna in un contesto unico come quello di Porto Cervo. Il Consorzio Costa Smeralda, -  commenta il Direttore Massimo Marcialis-  accompagnerà Mirtò quale veicolo promozionale per proporre prodotti e tradizioni  dell’Isola capaci di soddisfare ed emozionare anche chi frequenta location esclusive dimostrando che attraverso la semplicità e la tradizione si possono davvero sostenere i mesi di spalla allungando così la stagione turistica”
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA TÌROS