Molfetta conquista la Remata della Gioventù 2018 a Olbia

OLBIA. Una grande festa dello sport. La nona edizione della Remata della gioventù organizzata dalla Lega navale di Olbia in collaborazione con la Fondazione di Sardegna e il patrocinio del Comune di Olbia, va in archivio con la vittoria degli studenti del Nautico Amerigo Vespucci di Molfetta. L’equipaggio pugliese ha tagliato il traguardo fermando il cronometro a 2’02’22’’; dietro il nautico di Siniscola, campione 2017 con 2:05’27”. Sul terzo gradino del podio l’Ipia Amsicora.

La gara si è svolta nello splendido spazio di mare di via Escrivà, nel Porto Romano con il commento di Tommy Rossi. Gli equipaggi, 12 in tutto, in rappresentanza delle scuole superiori di Olbia, Siniscola e Oschiri si sono scontrati su batterie di tre. Dalle eliminatorie sono passati alle semifinali il Deffenu, il nautico Molfetta, il nautico di Siniscola, il liceo Mossa, il liceo Scientifico e l’Ipia. La finale è stata combattutissima e ha visto un tifo da stadio con le scuole olbiesi a sostegno delle squadre di casa e una ventina tra studenti e docenti di Molfetta per l’istituto Vespucci. Alla fine tutto il pubblico ha applaudito i vincitori sancendo in questo modo la vittoria dei veri valori dello sport e della Remata della gioventù, primo tra tutti l'amicizia. I ragazzi pugliesi hanno festeggiato tuffandosi dal palischermo nelle acque del Porto Romano.

Dopo le premiazioni e lo scambio di doni tra i rappresentanti di Molfetta, il presidente della Lega navale di Olbia, gli assessori comunali Silvana Pinducciu e Sabrina Serra è partita la  grande festa nella sede della Lega con il pranzo a base di gnocchetti alla sarda. A seguire  tutti i ragazzi hanno ballato e cantato insieme fino alla sera.

Il prossimo anno la Remata della gioventù festeggerà il decennale. Quella che dieci anni fa era nata come scommessa oggi è una realtà consolidata. Il progetto contro la dispersione scolastica, nato grazie a un protocollo di intesa firmato dalla Lega navale con il ministero della Pubblica istruzione, è diventato una bella manifestazione di sport e amicizia a cui ogni hanno partecipano 150 alunni. E in più ha fatto riscoprire a Olbia l'amore per il mare. In questi anni è nata anche la Remata juniores, riservata ai bambini delle medie e la Remata dei mestieri a cui partecipano gli adulti in rappresentanza delle categorie professionali.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA MAÌA