Medicina: lo studio, cottura carne espone a rischio demenza

Salute
AdnKronos
Roma, 25 feb. (Adnkronos Salute) - Cuocere la carne nel forno, alla griglia o in padella produce sostanze chimiche che possono aumentare il rischio di sviluppare la demenza, avvertono ricercatori dell'ospedale Mount Sinai di New York (Usa). Sotto accusa i cosiddetti 'prodotti finali di glicazione avanzata', conosciuti con la sigla Age, residui chimici che sono stati collegati in passato anche all'insorgenza del diabete di tipo 2. Le sostanze in questione si formano quando le proteine o grassi reagiscono con lo zucchero. Questo può avvenire naturalmente e durante il processo di cottura. I ricercatori hanno testato l'effetto degli Age sui topi e sulle persone. Gli esperimenti sugli animali, pubblicati sui 'Proceedings of the National Academy of Sciences', hanno dimostrato che una dieta ricca di Age influenza la chimica del cervello perchè porta a un accumulo di proteine beta-amiloidi difettose, caratteristica del morbo di Alzheimer. Un'analisi a breve termine su persone di oltre 60 anni ha confermato un legame simile tra alti livelli di Age nel sangue e declino cognitivo. Secondo gli studiosi questi risultati sono stati "interessanti", anche se non forniscono "risposte definitive. Si segnala comunque che la demenza legata all'età può essere casualmente collegata ad alti livelli di Age".Cuocere la carne nel forno, alla griglia o in padella produce sostanze chimiche che possono aumentare il rischio di sviluppare la demenza, avvertono ricercatori dell'ospedale Mount Sinai di New York (Usa). Sotto accusa i cosiddetti 'prodotti finali di glicazione avanzata', conosciuti con la sigla Age, residui chimici che sono stati collegati in passato anche all'insorgenza del diabete di tipo 2. Le sostanze in questione si formano quando le proteine o grassi reagiscono con lo zucchero. Questo può avvenire naturalmente e durante il processo di cottura. I ricercatori hanno testato l'effetto degli Age sui topi e sulle persone. Gli esperimenti sugli animali, pubblicati sui 'Proceedings of the National Academy of Sciences', hanno dimostrato che una dieta ricca di Age influenza la chimica del cervello perchè porta a un accumulo di proteine beta-amiloidi difettose, caratteristica del morbo di Alzheimer. Un'analisi a breve termine su persone di oltre 60 anni ha confermato un legame simile tra alti livelli di Age nel sangue e declino cognitivo. Secondo gli studiosi questi risultati sono stati "interessanti", anche se non forniscono "risposte definitive. Si segnala comunque che la demenza legata all'età può essere casualmente collegata ad alti livelli di Age".

Leggi anche