Golfo AranciGolfo Aranci

Daniel Favero miglior pizzaiolo a 'Tirreno CT'

Professioni
AdnKronos
Roma, 26 feb. (Labitalia) - E' il giovane Daniel Favero, della Pizzeria Ometto di Carrara (Ms), ad aggiudicarsi il primo premio del concorso Giropizza d'Europa organizzato da Pizza e Pasta Italiana, che ha decretato il miglior pizzaiolo d'Italia, in occasione di 'Tirreno C.T', manifestazione sulla ristorazione in corso a CarraraFiere. Con la pizza 'Salute alle cave', una pizza a base di pomodoro, asparagi, porri trifolati, lardo di Colonnata Igp e pomodori datterini, il giovane professionista ha convinto la giuria del premio composta da due pizzaioli e due cuochi. La seconda migliore pizza è invece francese, viene dalla pizzeria Ro-Ma di Digione ed è stata cucinata da Sebastien Masson. Al terzo posto si è piazzato Mario Matarazzo della pizzeria Manuno di Brescia. I primi dieci classificati parteciperanno alle finali europee in programma il 17 marzo ad Amburgo. Nell'occasione, sono stati diffusi anche un po' di dati. Il costo medio di una pizza e bibita è di varia tra i 7 e gli 11 euro. Il Centro risulta l'area geografica più cara rispetto a Nord e Sud. Un italiano su due sceglie la pizzeria per una serata fuori casa. Per il ristorante la proporzione scende invece a un italiano su quattro, vissuto maggiormente come occasione speciale per compleanni (60%), festività (53,9%), anniversari (48,9%). La spesa media a persona al ristorante è di 28 euro. Più della metà del campione (56,5%) spende generalmente dai 21 ai 30 euro. Più contenuta la spesa pro capite complessiva (22 euro), in pizzeria. Cresce il numero delle pizzerie passate a 25mila dalle 20mila degli ultimi tre anni. E cresce anche il numero degli addetti da 120mila a 150 mila per 5,3 miliardi di euro di fatturato. Oltre alle 25mila pizzerie, l'offerta italiana può contare su 69 mila ristoranti tradizionali, 6.500 ristoranti top e 5mila 'moderni'. Secondo la Fipe, in Italia si consumano circa 56 milioni di pizze alla settimana, quasi 3 miliardi in un anno. La pizza più cara è a Milano e quella più economica a Reggio Calabria con i prezzi della Margherita passati dai 3,36 euro di media del 2002 agli attuali 6,50 (+93,5%) (dati Fipe). La Louis XIII, realizzata da Renato Viola, è la pizza più cara del mondo: 8.300 euro. Preparata per due persone, ha 20 centimetri di diametro e gli ingredienti prevedono caviale, aragosta, formaggi prelibati e sale dell'Australia. Il prezzo comprende anche vini esclusivi. Preparata al momento, l'impasto viene fatto 72 ore prima.

Leggi anche