Fumisti all'opera per controllare stufe dopo inverno

lvh.apa Confartigianato di Bolzano lancia 'Stufa sicura'

lavoro
AdnKronos
Bolzano, 23 apr. (Labitalia) - Tempi di controlli, finito l'inverno, per stufe e camini. Dopo il costante utilizzo nei mesi invernali, infatti, gli impianti di riscaldamento a legna devono essere controllati dagli esperti di settore. A ricordarlo i Fumisti dell'lvh.apa Confartigianato di Bolzano, che mettono a disposizione un controllo delle stufe nell’ambito del progetto 'Stufa sicura', per evitare esplosioni causate dalle canne fumarie intasate o da perdite di gas, così come problemi in occasione del prossimo utilizzo. Una serie di sondaggi provinciali ha evidenziato, infatti, che oltre il 15% delle stufe a legna attualmente in funzione è in uno stato inadeguato. "Tali impianti rischiano di essere pericolosi per la salute, senza dimenticare che danneggiano l’ambiente e il camino", avvertono. “Come le facciate, i tetti e ogni impianto che riguarda le abitazioni, anche le stufe e i focolai - afferma il presidente dei Fumisti lvh.apa, Stefan Theil - necessitano di controlli e manutenzioni costanti. Solo così si può fare in modo di garantire l’adeguata sicurezza e un corretto funzionamento”. La verifica degli impianti di riscaldamento e in particolare di ogni singolo componente viene espressamente consigliata dagli esperti di settore e dovrebbe essere svolta ogni 3-5 anni.“Purtroppo - aggiunge Theil -ciò avviene di rado. Molto spesso, infatti, circola un’idea sbagliata, ovvero quella che un impianto di riscaldamento perfettamente funzionante da diversi decenni non necessiti di alcun controllo e che il fumista vada chiamato solo quando l’impianto in oggetto non funziona più”. In occasione dei controlli periodici, l’artigiano specializzato si occupa di controllare la qualità della combustione, così come la quantità di combustibili e carburanti. Un servizio che garantisce sicurezza e protegge a lungo termine l’ambiente e il portafogli. Tutte le informazioni relative alla campagna sono a disposizione sul sito Internet www.stufasicura.apabz.it.

Leggi anche

SIDDURA