Expo: simulata caduta elicottero a Niguarda, macchina sanità promossa

cronaca
AdnKronos
Milano, 23 apr. (AdnKronos Salute) - Un elicottero precipita sull'elisuperficie dell'ospedale Niguarda di Milano, costringendo ad evacuare l'intero terzo piano dell'ala di un padiglione della struttura dichiarata subito inagibile dai vigili del fuoco. Non è realtà, ma simulazione: un'esercitazione d'emergenza che si è svolta questo pomeriggio nel capoluogo lombardo, organizzata e coordinata dalla Prefettura, per testare i tempi di risposta e l'efficacia delle procedure di intervento in vista dell'Expo al via il 1 maggio. In sostanza, però, tutto è avvenuto 'telefonicamente': "L'esercitazione 'table top' (per posti di comando) - spiega la Prefettura - ha coinvolto esclusivamente l'attivazione dei centri operativi e della rete di telecomunicazioni, per garantire lo scambio delle informazioni tra gli enti interessati, e non ha previsto azioni reali che abbiano comportato il dispiegamento di uomini e mezzi sul territorio". Nessuna ambulanza in corsa a sirene spiegate, nessun arrivo 'fisico' di pazienti in altri ospedali, che a quanto si apprende da fonti sanitarie sarebbero stati solo contattati per verificare il funzionamento di ogni ingranaggio della macchina dei soccorsi, nel caso in cui fosse necessario riorganizzarsi nell'immediato liberando posti per accogliere malati dalla struttura evacuata. Oltre alla Prefettura di Milano hanno partecipato all'esercitazione, tra gli altri, anche la Regione Lombardia, il Comune di Milano, la Città Metropolitana, le forze dell'ordine, la polizia locale, l'Esercito, i vigili del fuoco, la Croce rossa, Autostrade per l'Italia e Atm. "Pianificata per monitorare e testare la prontezza del flusso comunicativo e dello scambio di informazioni tra gli enti - conclude la Prefettura - la simulazione di oggi ha confermato la piena efficacia del coordinamento dei sistemi d'emergenza nei settori coinvolti".

Leggi anche

SIDDURA