Lo Porto: Stucchi (Copasir), appureremo tutta verità su morte ostaggi

cronaca
AdnKronos
Roma, 23 apr. (AdnKronos) - "Abbiamo intenzione di capire esattamente tutto quello che è successo nel lasso di tempo da gennaio ad oggi. Bisogna appurare se gli Stati Uniti fossero già al corrente della presenza dei due ostaggi all'interno del compound o se si è arrivati a capirlo successivamente". Così all'Adnkronos il presidente del Copasir, Giacomo Stucchi, sulla vicenda dei due ostaggi, Giovanni Lo Porto e Warren Weinstein, rimasti uccisi in un raid Usa contro un compound di Al Qaeda, sul confine tra Afghanistan e Pakistan."Immagino che la certezza dell'identità dei due corpi sia una cosa molto recente -prosegue Stucchi- ma resta da capire quali siano le informazioni che l'intelligence americana ha passato alla nostra, chi ha operato e sulla base di quali informazioni si sia deciso di fare il raid. Martedì sentiremo da Minniti quali sono gli sviluppi della vicenda", conclude il presidente del Copasir.

Leggi anche