Design: Milano lancia nel mondo le tendenze, torna ad aprile Salone Mobile

economia
AdnKronos
Milano, 8 feb. (AdnKronos) - Con oltre 2000 espositori su uno spazio di 200mila metri quadrati, torna ad aprile, dal 4 al 7, l'appuntamento più atteso con il design e l'arredamento, il Salone del Mobile, che da Milano lancia nel mondo le nuove tendenze. La manifestazione, che per la prima volta nella sua storia, sarà inaugurata da un Capo di Stato - il presidente Sergio Mattarella sarà a Milano il 4 aprile - sarà suddivisa tra SaloneSatellite, (650 designer e il 30% di aziende estere); Salone Internazionale del Mobile e Salone Internazionale del Complemento d’Arredo con oltre 1.300 espositori suddivisi in 3 tipologie stilistiche: Classico (272 espositori di cui 7% esteri), 2-4 Design (820 espositori di cui 37% esteri), xLux (220 espositori di cui 14% esteri), Euroluce (454 espositori di cui 49%), Workplace3.0 (92 espositori di cui 39% esteri).In particolare, dopo il lancio alla scorsa edizione di xLux – il settore dedicato al lusso senza tempo riletto in chiave contemporanea – il Salone continua il suo percorso di rinnovamento con un nuovo format per il mobile e complemento classici. Una promenade centrale accompagnerà il visitatore a conoscere artigianalità, maestria nell’arte di realizzare mobili e oggetti in stile classico. Ad accompagnare il nuovo Classico saranno riproposti il teatro e una stanza di 'Before Design: Classic', progetto presentato con successo alla scorsa edizione del Salone del Mobile. Milano, unitamente al corto del pluripremiato regista Matteo Garrone. Si svolgeranno le biennali Euroluce nei padiglioni 9-11 e 13-15 e Workplace3.0 all’interno dei padiglioni 22-24 dedicata all’ambiente di lavoro, oltre al Salone del Complemento d’Arredo e al SaloneSatellite. Euroluce, alla sua 29esima edizione, è dedicata al mercato nel mondo dell’illuminazione. Workplace3.0, alla sua 18esima edizione, è dedicato al design e alla tecnologia per la progettazione dello spazio di lavoro e si propone come l’evento-risposta al rapido cambiamento del mondo del lavoro e alle nuove esigenze di mercato.

Leggi anche

SIDDURA