Riforme: stop a conflitti Stato-Regioni in commissione parlamentare/Adnkronos (3)

politica
AdnKronos
(AdnKronos) - "Come noto, è stata conseguentemente la Corte costituzionale a dover risolvere i continui conflitti tra Stato e Regioni, svolgendo di fatto un ruolo di arbitro che non dovrebbe competere ad un giudice delle leggi. L’abnorme mole del contenzioso costituzionale sul titolo V costituisce il segno più evidente della crisi del sistema".Nè la funzione di raccordo può essere affidata al sistema delle Conferenze (Stato-Regioni, Stato-Città e autonomie locali e Unificata), che pure in questi anni hanno svolto una "supplenza benemerita", in quanto "esse costituiscono un luogo di concertazione degli esecutivi e non risultano la sede più appropriata laddove si tratta di incidere sulla funzione legislativa".Sarebbe allora opportuno, suggerisce la relazione, "procedere alla razionalizzazione dell’organizzazione delle Conferenze intergovernative, riducendo le tre attuali a due (in sostanza corrispondenti alla Conferenza Stato-Regioni e alla Conferenza unificata) o, in alternativa, istituendo una Conferenza unica, articolata in una sede plenaria e in due distinte sezioni (regionale e locale)".

Leggi anche

SIDDURA