Lega: Gentilini, Umberto deve avere il coraggio di cedere il testimone

politica
AdnKronos
Treviso, 22 mag. (AdnKronos) - "Ad un certo punto bisogna lasciare spazio alle nuove generazioni, e a Umberto Bossi, che ha creato la storia della Lega, dico che bisogna avere il coraggio di cedere il testimone". Così l'ex sindaco sceriffo di Treviso Giancarlo Gentilini all'Adnkronos commenta i fischi nei confronti del senatur rivoltigli da parte delle platea ieri all'assise di Parma, dopo le sue critiche a Salvini.E Gentilini lancia un messaggio al senatur: "A Umberto, con cui ho condiviso i tempi eroici della prima Lega, dico: 'Stai vicino a Salvini, dagli consigli, ma lascia la gestione a lui". Ma, l'ex sindaco di Treviso avverte anche il segretario riconfermato del Carroccio: "Stai attento, fai una pulizia etnica dentro il movimento, perchè non posso tollerare che ci siano certi personaggi che vogliono espellere dalla Lega persone come il sottoscritto che hanno sempre lavorato per il bene del movimento", spiega in riferimento alle voci di una sua possibile estromissione dal Carroccio dopo le sue critiche alla gestione attuale a Treviso.In ogni caso, Gentilini assicura: "Io sono d'accordo con Salvini: certi presupposti del passato sono ormai superati, e lui deve fare della Lega un partito granitico, perchè abbiamo bisogno di un punto di riferimento forte di fronte al disastro che stiamo vivendo nel nostro paese, con undici milioni di poveri. Tutta colpa di chi ci ha fatto entrare nell'euro - polemizza - La Lega deve combattere per farci uscire dall'Unione Europea, perchè è inutile pensare di fare gli Stati Uniti d'Europa sulla falsariga degli Stati Uniti d'America, abbiamo storie e tradizioni diversi, con paesi divisi da millenni, non saremo mai uguali agli Usa, e quindi bisogna andarsene dall'Unione Europea", conclude.

Leggi anche

SIDDURA