Lega: l'ex sindaco 'eretico' Crove, poco rispetto per Umberto Bossi (2)

politica
AdnKronos
(AdnKronos) - (Adnkronos) - "Quello che mi chiedo è dove vuole andare Salvini con questa 'nuova' Lega, l'ennesimo partito di destra, di stampo lepenista (e Salvini forse non si è accorto della batosta che si è presa la leader del Fronte Nazionale alle ultime elezioni...) - avverte Bepi Crove - e non c'è dubbio che sarà l'ennesimo partito centralista di destra, che non ha più nulla a che vedere con la Lega federalista di Umberto Bossi. Il programma di Salvini che cosa ha di nuovo? Sul 'nuovismo' i Cinque Stelle la battono di gran lunga".E, ancora, l'ex esponente leghista attacca: "E poi, come si concilia un partito centralista come quello che ha in testa Salvini, e che diventerà esso stesso romano-centrico, con i progetti di autonomia di Zaia e Maroni, che hanno promosso due referendum sull'autonomia regionale per il prossimo autunno? Mi sembra ci sia una gran confusione, se non una contrapposizione netta ed un 'conflitto di interessi'". "L'autonomia di Regioni come il Veneto e la Lombardia è sacrosanta, così come il progetto federalista portato avanti a suo tempo da Gianfranco Miglio - conclude Crove - un progetto apprezzato anche dai nostri avversari, il problema è che non siamo riusciti a realizzarlo, forse per colpa nostra, forse perchè eravamo soli, ma la sua validità rimane ancor oggi".

Leggi anche