Coca-Cola: taglia del 15,2% emissioni Co2 e usa solo energia pulita

economia
AdnKronos
Milano, 24 ott. (AdnKronos) - Riduzione delle emissioni di Co2, produzione con energia pulita, equilibrio tra lavoro e vita privata e sostegno ai giovani. E' in questa ricetta il successo, sempre più sostenibile, di Coca Cola Hbc Italia. Nel 14esimo Rapporto di Sostenibilità 2017, redatto secondo i nuovi standard di riferimento globale per il sustainability reporting Gri Standards e certificato dalla società di revisione Denkstatt, ci sono gli obiettivi raggiunti dal principale imbottigliatore di prodotti a marchio The Coca-Cola Company lungo la Penisola. Nel corso del 2017 Coca-Cola Hbc Italia ha ridotto del 15,2% le emissioni di anidride carbonica rispetto al 2015 con gli investimenti all’interno dei siti produttivi dove il 100% dell'energia elettrica utilizzata proviene da fonti rinnovabili; è del 99,5 la percentuale di rifiuti riciclati negli stabilimenti, si è ridotto del 14% il peso delle bottiglie in Pet rispetto al 2010; calo invece del 5,6% di consumi di acqua per litro di bevanda prodotta rispetto al 2015. Lo stabilimento di Oricola, in provincia de L'Aquila, ha ottenuto la certificazione Ews (European Water Stewardship), a testimonianza del corretto utilizzo delle risorse idriche durante tutto il processo produttivo. Pari all'8% la riduzione del contenuto calorico delle bevande rispetto al 2005."La sostenibilità è parte integrante della cultura aziendale ed elemento cardine della nostra strategia - spiega Vitaliy Novikov, amministratore delegato di Coca-Cola Hbc Italia -. In questo contesto riteniamo fondamentale l’ascolto dei nostri interlocutori: attraverso lo Stakeholder forum, il primo nella storia dell’azienda, abbiamo approfondito ulteriormente il dialogo con loro e meglio compreso le direttrici verso cui concentrare le azioni utili a generare valore condiviso per i colleghi, i clienti, i fornitori, i consumatori e le comunità in cui operiamo".

Leggi anche