Legittima difesa: Bernini, sì a buone norme ma potevano essere ottime

politica
AdnKronos
Roma, 24 ott. (AdnKronos) - "Forza Italia ha votato la riforma della legittima difesa, perché fa parte del programma di governo condiviso con la Lega e risponde alle esigenze di sicurezza e tutela dei cittadini. Anche su questo provvedimento, però, la maggioranza è stata costretta a pagare dazio al Movimento 5Stelle. Poteva essere un'ottima legge, mentre invece è solo una buona legge". Lo afferma Anna Maria Bernini, capogruppo di Fi al Senato."Condividiamo l'impostazione generale secondo cui la legittima difesa è sempre presunta. Avremmo preferito -aggiunge- che sul diritto di difesa fossero date alle vittime molte maggiori garanzie. Non è stato così: purtroppo, il Movimento 5Stelle è riuscito ancora una volta nell'intento di condizionare le scelte della Lega. Fino al punto di prevedere l'obbligo per chi esercita la legittima difesa di risarcire il suo aggressore: una cosa insostenibile, sulla quale daremo battaglia nel corso delle letture successive del provvedimento. Grazie al decisivo lavoro di Forza Italia, tuttavia, è stato almeno previsto che sia lo Stato a sostenere le spese processuali del cittadino costretto a difendersi a casa sua".

Leggi anche

SIDDURA