Carburanti: Up, primo bilancio positivo per e-fatture, in 3 mesi emesse in 3 mln

economia
AdnKronos
Roma, 25 ott. AdnKronos) - Primo bilancio positivo per la fatturazione elettronica che dal primo luglio è stata resa obbligatoria per le cessioni di benzina e gasolio motori. Nel trimestre luglio - settembre, infatti, complessivamente sono state emesse intorno ai 3 milioni di e - fatture, a fronte di quasi 10 miliardi di litri di benzina e gasolio motori venduti per un importo totale stimato, nei vari passaggi commerciali, in circa 25 miliardi di euro. E' quanto emerge nel corso del workshop organizzato da Unione Petrolifera (Up) dal titolo 'Fatturazione elettronica nei carburanti: da obbligo ad opportunità' che si è svolto a Roma. La fatturazione elettronica, dal primo gennaio, sarà estesa a tutti gli altri prodotti (lubrificanti, jet fuel per gli aerei, bunker per le navi, gpl, bitumi...). Uno strumento, questo, sottolinea il presidente di Up, Claudio Spinaci, "essenziale nel contrasto all'illegalità e in particolare alle frodi Iva" perché consente la tracciatura in tempi rapidi di tutti i passaggi della catena commerciale. Nel contrasto alle frodi, rileva Eugenio Sbariggia, il responsabile dell'Ufficio Normativa tributaria di Up, "più è breve il tempo di reazione degli organi di controllo e più efficace risulta essere la loro azione poiché si riduce il rischio di reiterazione del reato. Nel passato gli autori di frodi fiscali, confidando nella scarsa automazione dell'attività dei sistemi di controllo, hanno avuto modo di replicare ripetutamente comportamenti dolosi".In fase di avvio dell'e-fatturazione sono state riscontrate alcune difficoltà tecniche di norma che sono state rapidamente superate ma, rileva Sbariggia, "non sono stati riscontratti problemi infrastrutturali". L'Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione specifiche app gratuite per smartphone e tablet.

Leggi anche

SIDDURA