Hera: al via a Sant'Agata Bolognese impianto biometano da rifiuti organici

economia
AdnKronos
Roma, 25 ott. (AdnKronos) - Al via a Sant'Agata Bolognese un impianto per la produzione di biometano dai rifiuti organici. Il taglio del nastro, cui hanno partecipato l’Assessore della Regione Emilia-Romagna Paola Gazzolo, i vertici del gruppo Hera e le principali istituzioni locali e del settore, è avvenuto oggi. Grazie all’impianto i rifiuti organici differenziati torneranno al servizio della comunità sotto forma di gas che, una volta immesso in rete, potrà alimentare anche il trasporto a metano pubblico e privato, aiutando quindi un settore sempre più esposto al tema delle emissioni di anidride carbonica.In linea con gli indirizzi assunti dalla Regione, dalla Strategia Energetica Nazionale e dalla stessa Ue, l’impianto di Sant’Agata Bolognese mette così in valore un investimento di 37 milioni di euro e va ad arricchire il parco impiantistico di Herambiente, primo operatore nazionale nel trattamento dei rifiuti, che già da anni è attivo anche nella produzione di biogas per la generazione di energia elettrica rinnovabile. In termini di volumi, l’impianto è capace di trattare, ogni anno, 100 mila tonnellate di rifiuti organici prodotti dalla raccolta differenziata, e altre 35 mila tonnellate derivanti dalla raccolta di verde e potature. Grazie all’implementazione delle nuove e migliori tecnologie di digestione anaerobica e upgrading, in particolare, queste risorse consentiranno di ottenere 7,5 milioni di metri cubi di biometano, combustibile rinnovabile al 100%, e anche 20 mila tonnellate di compost, un biofertilizzante da destinarsi principalmente all’agricoltura.

Leggi anche