Manovra: Di Maio a Moscovici, ciò che vale per la Francia vale per Italia

economia
AdnKronos
Roma, 25 ott. (AdnKronos) - "Come abbiamo già detto siamo disposti al confronto e al dialogo con la Commissione Europea, ma vorrei che, durante questo dialogo, Moscovici si ricordasse delle sue parole quando era ministro e si rendesse conto che ciò che vale per la Francia non può non valere per l’Italia. Siamo entrambi due Paesi Fondatori e siamo entrambi due paesi sovrani. Sì al dialogo ma noi andiamo avanti. Moscovici, come lui stesso ammette, al mio posto farebbe lo stesso". Ad affermarlo è il ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, Luigi Di Maio, in un post su Facebook riferendosi ad un domanda fatta al Commissario agli Affari economici, Pierre Moscovici in merito a dichiarazioni fatte quando era ministro dell'Economia francese. In questo video, sottolinea Di Maio rivolgendosi agli utenti di Facebook, "vedrete l’imbarazzo dell’attuale commissario Moscovici, quello che ha bocciato la nostra manovra e che ha passato interi giorni a criticare a mezzo stampa l’operato del governo, ammettere che quando era ministro delle Finanze della Francia aveva posizioni molto simili a quelle espresse da me in queste settimane". Posizioni quindi, rileva il vicepremier, "pienamente legittime, perché espresse da un Paese sovrano. Questa testimonianza è emersa grazie alle domande molto pertinenti di un giornalista italiano, Ivo Caizzi, che gli ha citato le sue stesse parole quando criticò i tecnocrati della Commissione sullo sforamento del 3% perché 'la loro visione dominante è neoliberale e ortodossa mentre io sono un socialista, un social democratico. Facciamo le elezioni, abbiamo delle scelte politiche e difendiamo la nostra strada'".

Leggi anche

SIDDURA