Eni: Descalzi ricorda Mattei, valori ereditati vero motore nostra azienda

economia
AdnKronos
Roma, 26 ott. (AdnKronos) - "Il coraggio, la capacità di innovare, la visione prospettica che da lui abbiamo ereditato sono i valori che caratterizzano oggi il nostro modo di lavorare e la nostra capacità di trasformarci e rinnovarci continuamente. Mettere al centro le persone, il vero motore della nostra azienda". Così l'ad di Eni, Claudio Descazi ricordando, davanti ai dipendenti della sede di Eni di Roma, il fondatore del gruppo petrolifero italiano, Enrico Mattei scomparso il 27 ottobre 1962.Questi elementi distintivi, sottolinea ancora Descalzi, "radicati nella nostra società, ne hanno caratterizzato la rinascita, quando nel 1945 Mattei decise di credere nel rilancio degli asset energetici dell’Agip, società destinata alla liquidazione, con l’ambizione di garantire all’Italia un'impresa energetica, fino a farne una realtà internazionale. Una realtà che ha trovato la propria forza nel riconoscimento dei propri limiti".Quando avviammo le attività in Africa, circa 65 anni fa, ricorda ancora l'ad del gruppo petrolifero italiano, "eravamo circondati dalle grandi Majors, supportate da rapporti storici con i Paesi. E in questo contesto Mattei intuì che dovevamo fare qualcosa in più che semplicemente investire per l’export. Dovevamo catturare tutto il potenziale domestico per aumentare lo sviluppo locale, coinvolgere maggiormente il Paese produttore, creando delle JV al 50%. Coinvolgere il Paese era l’unico modo per crescere insieme ed essere riconosciuti".

Leggi anche

SIDDURA