Pmi: Cerved, apertura a private equity o Borsa varrebbe 4 punti Pil (2)

economia
AdnKronos
(AdnKronos) - La maggior parte di queste società (3.340), evidenzia il rapporto, sono imprese in cui una famiglia esercita il controllo, in molti casi (1.625) completamente chiuse sia in termini di proprietà (la famiglia detiene il 100% dei diritti di voto) sia di governo (tutti gli amministratori appartengono alla famiglia). La presenza di imprese familiari risulta particolarmente alta tra le società che potrebbero rientrare tra i target dei fondi, mentre è più bassa, ma comunque consistente, tra le Pmi quotabili. Il profilo delle Pmi ad alto potenziale di crescita presenta chiare differenze tra le quelle individuate come target naturali per i fondi di private equity o come società quotabili. Il primo gruppo è caratterizzato da società mediamente più piccole, operanti soprattutto nei servizi, con una presenza relativa più alta nel Sud e nelle Isole rispetto al resto del Paese. Molte di queste società sono a carattere familiare e spesso vicine al cambio generazionale. Molte delle Pmi eccellenti sono però lontane dai radar dei Fondi di private equity: aziende appetibili, ma difficili da intercettare senza strumenti di marketing intelligence avanzati. Le società quotabili sono mediamente più grandi, operano in prevalenza nella manifattura e hanno sede soprattutto nelle regioni settentrionali.

Leggi anche