Energia: borsa elettrica, a ottobre prezzo a 73,93 euro/mwh (-3,1%)

economia
AdnKronos
Roma, 15 nov. (AdnKronos) - Prezzo dell'elettricità ad ottobre in crescita rispetto ad un anno fa ma in calo rispetto al mese di settembre. Ad ottobre il prezzo medio di acquisto si attesta a 73,93 euro/MWh, segnando il secondo valore più alto da ottobre 2012, in crescita di 19,28 euro/MWh rispetto al 2017 (+35,3%) e in calo di 2,38 euro/MWh rispetto a settembre (-3,1%). E' quanto si legge nella newsletter del Gestore dei mercati energetici (Gme).In un contesto europeo contraddistinto da quotazioni in significativa ripresa (su base annua: Francia +32%, Germania +88%), le dinamiche del Pun risultano sostenute dagli andamenti registrati dal prezzo di riferimento gas (PSV: 27,38 euro/MWh) e dagli acquisti nazionali, entrambi in forte crescita sul 2017 (rispettivamente +40,9% e +4,1%) e in modesto ripiegamento rispetto a settembre (-7,5% e -2,3%). In termini di volumi, l’energia elettrica scambiata nel Sistema Italia, pari a 24,6 TWh, registra ancora una crescita rispetto al 2017 (+3,3%), ma un calo su settembre (-2,3%). I volumi transitati nella borsa elettrica, pari a 17,7 TWh, aumentano del 6,3%, sostenuti, anche questo mese, lato offerta dalle più elevate vendite degli operatori non istituzionali e lato domanda da maggiori acquisti nazionali, nonché da un accresciuto sbilanciamento a programma nei conti energia in immissione.

Leggi anche