Migranti: al via sgombero Cara Mineo, direttore 'nessuna deportazione' (3)

cronaca
AdnKronos
(AdnKronos) - Negli anni, però, il Cara di Mineo è stato bollato dai più critici come un rifugio per criminali. "La solita vecchia propaganda - conclude il direttore -. Fa molto più rumore l'albero che cade che l'intera foresta che cresce. Se andiamo a vedere il numero di arrestati all'interno del Cara, che arrivato a ospitare fino a 4.500 persone, ci rendiamo conto che si tratta di argomenti risibili. A qualcuno ha fatto comodo descriverlo come un covo di criminali. La verità è che è stato un 'covo' di umanità, un luogo dove decine e decine di migliaia di persone negli anni hanno trovato un po' di pace, una spalla amica, una mano che li ha sorretti".

Leggi anche

SIDDURA