Startup: ecommerce dei matrimoni Martha’s Cottage chiude nuovo aumento (2)

economia
AdnKronos
(AdnKronos) - “Martha’s ha dimostrato di poter crescere e scalare il business dei matrimoni. A oggi realizziamo il 20% dei ricavi all’estero e l’obiettivo per il 2020 è̀ di salire a quota 85%. E questa raccolta rappresenta un ponte verso un ulteriore e decisivo funding che ci consenta il salto dimensionale da startup a scaleup. E'̀ un passaggio a cui puntiamo e per il quale stiamo valutando anche le proposte di alcuni investitori industriali”, ha dichiarato Salvatore Cobuzio, fondatore e ceo di Martha’s Cottage. L'intuizione dei suoi fondatori (Cobuzio, Simona Canto, Laura Bevelacqua e Tiziana Mendolia) è stata quella di creare un catalogo di prodotti - oggi sono 5mila - quando stava esplodendo il boom degli acquisti online. Oggi in media per un matrimonio si spendono 30mila euro. Di questi, il 50% va a catering e location, ma il resto si può vendere online, e gli accessori coprono circa il 10% del budget. Ogni anno nel mondo occidentale si celebrano cinque milioni e mezzo di matrimoni, e il mercato per la vendita di prodotti e accessori per la festa di nozze può superare, a livello internazionale, i 17 miliardi di euro. Con 45mila spose clienti, la media di 150 matrimoni al giorno, Martha’s Cottage ha raggiunto una quota di mercato di oltre il 20% in Italia ed è̀ l’e- commerce leader in Europa in questo segmento di mercato.

Leggi anche

SIDDURA MAÌA