Tav: Di Stefano, 'no a Torino-Lione sì a mozzarella, io primo testimonial'

politica
AdnKronos
Roma, 7 feb. (AdnKronos) - "No tav, sì mozzarella". Lo scrive il sottosegretario agli Esteri Manlio Di Stefano, autodefinendosi su Instagram primo testimonial dell'eccellenza made in Italy e postando, a mo di prova, tutta una serie di foto che lo ritraggono con la mozzarella nel piatto. "Pare che Assolatte - spiega l'esponente M5S - sia insorta per una mia dichiarazione odierna nella quale, scherzando chiaramente, mi opponevo al TAV dicendo che la priorità non è spedire una mozzarella in Francia 20 minuti prima ma occuparci delle infrastrutture più utili ai cittadini. E allora mi tocca rassicurare il presidente Giuseppe Ambrosi e tutta Assolatte, come è evidente in foto io sono il primo testimonial di questa nostra eccellenza che va protetta dai falsi e aiutata nella diffusione internazionale". "Altrettanto evidente, però, è che il Paese abbia alcune priorità. Sono certo che i produttori di mozzarella capiscano e condividano il fatto che la necessità che un siciliano non debba impiegare 20 ore per andare da Catania ad Agrigento e un abruzzese 6 ore da Roma a Pescara, sia quantomeno prioritaria rispetto al fatto che una mozzarella arrivi 20 minuti prima rispetto ai suoi normali tempi di consegna. Altrettanto evidente è la pura ed infantile strumentalizzazione politica di questa vicenda. Il senso delle mie parole è chiaro a tutti, anche ai più accaniti consumatori e amanti di questo prodotto, tra i quali mi annovero senz'ombra di dubbio. Bando alle strumentalizzazioni sterili e francamente al limite del ridicolo, occupiamoci insieme delle priorità e della qualità di vita dei cittadini italiani. No Tav, Sì Mozzarella", conclude.

Leggi anche

SIDDURA TÌROS