Influenza: esperto Iss, più colpiti bimbi 'under 5' e Regioni Centro-Sud

Primo bilancio della stagione dopo il superamento del picco la scorsa settimana

salute
AdnKronos
Roma, 7 feb. (AdnKronos Salute) - Da un primo bilancio della stagione influenzale in corso emerge "che è stata caratterizzata da un periodo iniziale di bassa incidenza, che si è protratto fino alla fine di dicembre 2018, e da un intensificarsi dell’attività virale con l’inizio del nuovo anno. L'incidenza per i bambini sotto i 5 anni ha superato quella della stagione precedente. Inoltre l'influenza ha colpito in modo particolare le Regioni del Centro e del Sud". Lo afferma Antonino Bella, ricercatore dell'Istituto superiore di sanità (Iss) nell'approfondimento del bollettino Influnet dell'Iss, FluNews Italia. Nella quinta settimana del 2019 (28 gennaio – 3 febbraio), "molto probabilmente, la curva epidemica delle sindromi influenzali ha raggiunto il suo picco stagionale", prosegue Bella. Il numero di casi stimati in Italia in questa settimana è pari a circa 832.000, per un totale, dall'inizio della sorveglianza, di circa 4.478.000 casi. "Dopo due stagioni in cui abbiamo assistito a un anticipo del picco epidemico di circa quattro settimane - osserva l'esperto - nel 2018-19 l’andamento dell’epidemia è tornato alla tempistica usuale (come nella maggior parte delle stagioni influenzali), con un picco tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio".

Leggi anche

SIDDURA TÌROS