Manovra: Re David, 'domani in piazza, Governo rimetta lavoro al centro' (2)

economia
AdnKronos
(AdnKronos) - "In particolare - dice Re David - chiediamo investimenti pubblici fino al 6% del Pil, una riforma fiscale che combatta l'evasione e riduca il peso sui redditi da lavoro e pensione, un piano per il Mezzogiorno (a partire dalle infrastrutture e dalla manutenzione del territorio), l'allargamento delle tutele degli ammortizzatori sociali per gli stati di crisi, l'abrogazione della legge Fornero con l'abbassamento dell'età pensionabile a 62 anni e per i “precoci” con 41 anni di contributi, maggiori tutele per i più poveri con l'allargamento del Reddito d'inclusione (Rei), più risorse per la pubblica amministrazione, per la scuola e la sanità, in particolare per nuove assunzioni in servizi strategici per il benessere delle popolazione il futuro del paese". "Con questi obiettivi, per cambiare le scelte della manovra economica e rimettere il lavoro al centro delle politiche economiche e sociali, domani, sabato 9 febbraio, Cgil, Cisl e Uil hanno indetto una grande manifestazione nazionale a Roma. Per noi è la prima tappa di un percorso di mobilitazione e lotta che vuole rimettere in campo il protagonismo, l'intelligenza e la forza dei lavoratori. Per il cambiamento. I metalmeccanici e la Fiom si faranno sentire”, conclude Re David.

Leggi anche

SIDDURA TÌROS