Sport: a Mestre 'Campionidivita' con Eni, faro su valori educativi (2)

sport
AdnKronos
(AdnKronos) - Il progetto #Campionidivita, di forte impatto emotivo, è infatti volto a sensibilizzare i ragazzi delle scuole superiori per renderli consapevoli su come lo sport possa essere “portatore sano” di valori educativi e al contempo strumento rilevante di crescita e di attenzione al rispetto delle regole e al vincere come collettivo. L’esperienza e il contatto con i Campioni dello Sport Paralimpico, esempio illuminante di come la diversità possa trasformarsi da limite a potenzialità, ha consentito agli studenti di comprendere, anche grazie alla brillante regia affidata ad Adriano Panatta, cosa serve veramente per vincere e avere successo: il talento da solo non sempre è sufficiente per raggiungere quelle vittorie, che vanno oltre una medaglia o un trofeo: sono vere e proprie rinascite. "Qualunque sia la disciplina che, per passione o per predisposizione, si sceglie, rappresenta un valore se oltre a viverla e a praticarla, si riesce a raccontarla - ha spiegato Adriano Panatta - l’animazione sportiva, fatta in palestra, dentro un campo da gioco, un palazzetto o un teatro, come avviene oggi in questa meravigliosa atmosfera, rappresenta infatti il punto di contatto più rapido e coinvolgente per comunicare ai giovani i veri valori che conducono al conseguimento dell’obiettivo e non necessariamente alla vittoria, ossia la determinazione, la passione, il rispetto per la propria vita e per quella degli altri il senso d’integrazione e solidarietà. Parole che devono mantenere un significato profondo, dentro e fuori la competizione sportiva, perché la vera vittoria è raggiungere un obiettivo non per forza vincere".

Leggi anche