Cina: Rixi, 'chi teme colonizzazione oggi doveva farlo prima con 5G'

economia
AdnKronos
Milano, 15 mar. (AdnKronos) - "Chi paventa oggi una colonizzazione cinese avrebbe dovuto paventarla tre governi fa quando è stato consentito ai cinesi di portare il 5G in Italia". A dirlo è il vice ministro delle Infrastrutture dei Trasporti, Edoardo Rixi, a margine della firma di un protocollo in Regione Lombardia. "Le infrastrutture strategiche digitali sono sensibili, è chiaro che fare accordi trasparenti può essere utile per entrambi le parti e rassicurare partner europei e Stati Uniti", aggiunge poi. A proposito della firma del memorandum sulla via della Seta, "bisogna ribadire il nostro posizionamento geopolitico in Occidente con gli Stati Uniti e allo stesso tempo non bisogna chiudersi la possibilità di commerciare con Asia e Sud est asiatico, che cresce a tassi molto elevati". E' necessario, ribadisce, "fare accordi per avere rapporti trasparenti ed evitare quello che è già successo in alcuni porti europei tra cui quello del Pireo. Dire che i cinesi oggi non ci sono in Europa è sbagliato. Ci sono, anche in Italia, e mettere delle regole sui rapporti commerciali è cosa buona".

Leggi anche

SIDDURA MAÌA