Intesa Spaolo: accordo con Fipe su nuovi servizi digitali

economia
AdnKronos
Verona, 15 apr. (AdnKronos) - Intesa Sanpaolo e FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi)-Confcommercio hanno siglato lo scorso gennaio un accordo a favore delle oltre 100.000 aziende associate alla Federazione, di cui circa 2.500 nella provincia veronese, che operano nel settore della ristorazione, dell’intrattenimento e del turismo. Oggi a Verona si è tenuto il primo di una serie di incontri nelle principali città con l’obiettivo di migliorare la cultura finanziaria delle imprese associate e di facilitare la relazione tra aziende e banca.L’intesa è stata presentata presso la sede di Confcommercio Verona durante un incontro a cui hanno partecipato Paolo Arena, Presidente Confcommercio Imprese per l’Italia Verona, Roberto Calugi, Direttore Generale FIPE, Luciano Sbraga, Responsabile Ufficio Studi FIPE, Andrea Lecce, responsabile Direzione Sales Marketing Privati e Aziende Retail Intesa Sanpaolo, Renzo Simonato, direttore regionale Nordest Intesa Sanpaolo, Francesca Nieddu, direttore commerciale retail Veneto Ovest e Trentino AA Intesa Sanpaolo Marcello Paoli, Responsabile Aziende Retail Intesa Sanpaolo, Paolo Artelio, Coordinatore FIPE Verona e Presidente Confidi Veneto.L’obiettivo è fornire alle aziende strumenti su misura per l’operatività quotidiana e per rispondere alle nuove esigenze: pagamenti digitali, fatturazione elettronica e finanziamenti per accrescere la qualità dei servizi e la capacità di competere. Per favorire i pagamenti digitali, anche di piccolo importo, l’accordo prevede l’azzeramento delle commissioni in carico agli esercenti per tutte le transazioni POS di importo inferiore ai 15 euro.

Leggi anche

SIDDURA TÌROS