Editoria: vertenza Giornale di Sicilia, l'appello dei poligrafici 'azienda riveda piano esuberi'

cronaca
AdnKronos
Palermo, 12 lug. (AdnKronos) - "Chiediamo all'azienda di rivedere il piano presentato e di proporre soluzioni concrete per garantire i livelli occupazionali". Ad avanzare la richiesta sono i poligrafici del Giornale di Sicilia impegnati in una vertenza che ha già portato a sette giorni di sciopero da quando il gruppo Ses, titolare della maggioranza delle azioni del giornale, ha annunciato l’esubero di 34 lavoratori su 43, ridotti a 31 dopo un incontro con le organizzazioni sindacali. "Continuiamo a ritenere assurda la scelta aziendale di realizzare il quotidiano azzerando la quasi totalità del personale poligrafico e le sue molteplici professionalità - scrivono - Assurdo l’obiettivo dell’azienda, concentrato non più sulla ricerca della qualità, garantita dalla capacità e dall’esperienza dei propri lavoratori, ma solamente sul taglio dei costi del personale. L’editore ha manifestato comprensione nei nostri confronti, ma la comprensione non nutre, non si mangia! Ancora una volta chiediamo all'azienda di rivedere il piano presentato e di proporre soluzioni concrete per garantire i livelli occupazionali".I poligrafici ringraziano "i redattori, loro compagni di lavoro, per la solidarietà espressa e si augurano di procedere in un percorso comune finalizzato alla salvezza sia dei posti di lavoro che del Giornale di Sicilia".

Leggi anche

SIDDURA MAÌA