Sicurezza: fonti M5S, 'forze polizia usate per campagna elettorale'

politica
AdnKronos
Roma, 12 lug. (AdnKronos) - “Deve essere chiara una cosa: il ministro Salvini poteva inserire le misure già nel decreto e farle approvare direttamente in cdm evitando così l’eventuale ammissibilità tecnica della Camera, ma non l’ha fatto, salvo oggi poi alzare uno scontro istituzionale per finire sui giornali. È un metodo che non ci appartiene". E' quanto dichiarano fonti M5S, intervenendo sullo scontro tra Lega e grillini sugli emendamenti al dl sicurezza."Tra l’altro - sottolineano le stesse fonti - le citate misure erano inizialmente previste da una prima bozza del decreto sicurezza bis e poi tolte dal Viminale stesso. Nelle riunioni a seguire non è mai stata portata all’attenzione del governo l’urgenza di queste misure. In nessuna riunione il Viminale ne ha parlato. Ergo: da quel che vediamo le forze di polizia oggi sono state usate per pura campagna elettorale e a pretesto per minacciare la caduta dell’esecutIvo. Non fa onore a una istituzione che invece le forze di polizia dovrebbe difenderle sempre”.

Leggi anche

SIDDURA TÌROS