Mattarella: 'fede sia vissuta in modo laico, ricercare insieme bene comune'

politica
AdnKronos
Ravenna, 5 nov. (Adnkronos) - Benigno Zaccagnini, come Luigi Sturzo, Alcide De Gasperi ed Aldo Moro, ha dimostrato che la propria fede cristiana può essere vissuta in modo laico, ricercando il bene comune insieme anche a chi ha posizioni e convinzioni diverse. Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo a Ravenna ad un convegno organizzato per ricordare il segretario della Dc, Benigno Zaccagnini, a trent'anni dalla scomparsa. "Io -ha sottolineato il Capo dello Stato prendendo le mosse dall'ultimo discorso pubblico che pronunciò il leader democristiano- rappresento tutte le opinioni, le ideologie, le correnti, le posizioni, le convinzioni del nostro Paese. Questo non mi impedisce di sottolineare per ciascuna di esse i loro caratteri. Questo messaggio così attuale, di questa ultima occasione in pubblico di Benigno Zaccagnini, è in fondo il messaggio storico-culturale del cattolicesimo democratico, che ha visto in Zaccagnini una figura esemplare, vivendo, come egli ha vissuto, la sua profonda fede cristiana, in maniera semplice, autentica, in maniera laica". "Un atteggiamento che lo accomuna a Luigi Sturzo, ad Alcide De Gasperi, ad Aldo Moro, un atteggiamento -ha concluso Mattarella- che non è la rinuncia, e neppure l'attenuazione della propria aspirazione: al contrario, è la ricerca in comune con tutti gli altri, del bene comune, al di là di confini, ideologie, opinioni".

Leggi anche