Palermo: gip, 'da operatrici ospizio violenze e sevizie erano prassi consolidata'

cronaca
AdnKronos
Palermo, 6 nov. (Adnkronos) - Le violenze, le sevizie, gli insulti delle due operatrici sanitarie del 'Boccone del Povero' di San Giuseppe Jato (Palermo) alle anziane ospiti erano "prassi consolidata" "ordinariamente caratterizzata dal ricorso ad azioni violente e dal crudele approfittamento della condizione di vulnerabilità fisica e psicologica". E' quanto scrive il gip di Palermo Walter Turturici nell'ordinanza di custodia cautelare. "Un modus operandi - dice il gip - contrassegnato dal sistematico ricorso a modalità di prevaricazione e di sopraffazione nei confronti degli anziani ospitati, spinte fino ad atti di vile aggressione alla loro sfera di integrità fisica, oltre che al loro patrimonio morale".

Leggi anche