Gb: legale padre vittima Grenfell Tower, 'assurde e odiose parole ministro inglese

cronaca
AdnKronos
Padova, 6 nov. (Adnkronos) - Giannino Gottardi, padre di Marco, deceduto a Londra assieme alla sua fidanzata Gloria, in occasione del tristemente noto rogo della Grenfell Tower del 13 giugno 2017, in cui morì il figlio assieme alla fidanzata Gloria Trevisan, ha incaricato l’avvocato Fabio Pinelli di assumere tutte le iniziative di tutela ritenute opportune, in qualsiasi sede, "contro le assurde dichiarazioni rese ieri dal ministro dei Rapporti con il Parlamento del Governo britannico, Sir Jacob Rees-Mogg, che avrebbe addebitato a Marco Gottardi e a Gloria Trevisan la responsabilità del tragico evento, poiché, aveva detto “non avrebbero violato l’ordine impostogli dai Vigili del Fuoco di rimanere barricati nel proprio appartamento – stay put – e non avrebbero avuto il buonsenso di scappare”.“Si tratta di affermazioni gravissime, lesive della memoria delle vittime, che stravolgono in evidente malafede la realtà degli eventi - dichiara l’avvocato Pinelli - Marco e Gloria hanno perso la vita per l’assurda e inconcepibile carenza sotto il profilo della tutela della sicurezza e dei presidi anti-incendio dell’edificio che abitavano, oltreché per la manifesta inadeguatezza dell’Autorità britannica di pubblica sicurezza, che si è dimostrata incapace di gestire un efficace piano di evacuazione dell’immobile attinto dalle fiamme".

Leggi anche