Ex Ilva: Conte, 'non ritengono affatto giustificata prestesa controparte da punto vista giuridico'

economia
AdnKronos
Roma, 6 nov. (Adnkronos) - "Non ritengo affatto giustificata la pretesa della controparte da un punto di vista strettamente giuridico perché quella clausola e quel addendum che si invoca non fa mai riferimento ad una specifica immunità penale o ad uno scudo penale. Parla sì di modifiche legislative ma collegate al piano ambientale tali da non consentire la realizzazione sul piano tecnico, sul piano economico del piano industriale. A mio avviso quella strada non è giustificabile e sostenibile sul piano giuridico". Così il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte nel corso della conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri in merito alla vicenda ex Ilva e riferendosi all'incontro con Mittal."Il governo oggi - sottolinea Conte - ha incontrato i vertici e ha espresso un posizione unitaria, di coesione, di compattezza e spiegato che su questo punto governo unito e coeso. Vogliamo soluzioni che ci rassicurino".ArcelorMittal, rileva il presidente del Consiglio, "ha anticipato un atto di recesso da questo contratto di affitto e in aggiunta ha anche incardinato presso il Tribunale di Milano un atto di citazione. Con un atto di citazione chiede l'accertamento della legittimità di recesso e poi invia subordinata varie altre richieste tutte orientate ad accertare da parte dell'autorità giudiziaria lo scioglimento del contratto per varie ragioni: l'impossibilità ancorché parziale di eseguire la prestazione, l'eccessiva onerosità della loro prestazione. Abbiamo subito anticipato che noi, non riteniamo giustificate queste posizioni".

Leggi anche