Coronavirus: Gori, 'sanità del territorio in Lombardia non è all'altezza'

cronaca
AdnKronos
Milano, 25 mar. (Adnkronos) - "Dobbiamo tenere i bulloni stretti, per la sanità lombarda è una prova inimmaginabile, è necessario dialogare soprattutto con chi sta negli ospedali. Qui in provincia abbiamo un deficit che riguarda la sanità del territorio, che non è confrontabile con quella di Veneto e Emilia Romagna. Purtroppo ora ne abbiamo la prova". A dirlo è il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, in un'intervista al Messaggero, che ritiene la rete territoriale "non all'altezza". In particolare, rileva, "la struttura dei medici di medicina generale, che è il primo baluardo contro il contagio, è debole: troppe persone arrivano in ospedale tardi e in pessime condizioni, devono essere intubate in terapia intensiva". Secondo il sindaco, "molti in ospedale non riescono proprio ad arrivare e muoiono in casa: sono pazienti Covid19 non censiti, che sfuggono ai radar della mappatura dei contagi. Solo in provincia sono 112 e si fa fatica dare l'assistenza con l'ossigeno, a intercettare per tempo queste persone e in ospedale non c'è posto per tutti. Servirebbe una rete territoriale più forte, perché quella che abbiamo non è all'altezza".

Leggi anche

SIDDURA MAÌA