Coronavirus: Di Stefano, Olanda chiede rigore ma sottrae entrate a Paesi Ue (2)

politica
AdnKronos
(Adnkronos) - "L’Europa rischia l’implosione - prosegue Di Stefano - se non adotterà un metodo di cancellazione o limitazione sui propri paradisi fiscali interni. Si dovrà (potrà? vorrà?) porre rimedio alla mancata armonizzazione fiscale, mettendo mano alla proliferazione di società “speciali” (shell companies) che rappresentano un perfetto veicolo di evasione, elusione, corruzione, lavoro nero o riciclaggio". "Ed ecco il bivio -indica il sottosegretario - non fare nulla e guardare la progressiva disgregazione politica e sociale europea, o agire velocemente con politiche fiscali di armonizzazione e rigetto del dumping. Tutto interesse dell’Italia è che l’Europa ponga fine alla concorrenza sleale che penalizza il nostro network di aziende, che come sappiamo è costituito in maggioranza da piccole e medie imprese. Tutto interesse dell’Olanda è interrompere questa grottesca difesa oltranzista dell’austerità a fronte di ciò che vi ho appena descritto", conclude Di Stefano.

Leggi anche