Coronavirus: Fontana, 'contro la Lombardia un attacco politico'

cronaca
AdnKronos
Milano, 4 mag. (Adnkronos) - Contro la Lombardia è stato messo in atto "un attacco politico per far perdere credibilità a centrodestra e Lega. La maggioranza a Roma è in difficoltà e per screditare una Regione che è il fiore all’occhiello dell’amministrazione del centrodestra, si scatena una campagna politica e mediatica contro la Lombardia". E' la convinzione del governatore della Lombardia, Attilio Fontana, che in un'intervista al quotidiano Libero spiega: "Quando sei più ricco e funzioni, crei invidia. Meglio così però piuttosto che arrancare". E ancora: "Chi attacca il modello lombardo è in malafede. La Lombardia è grande, noi abbiamo avuto due focolai, ma metà della Regione, penso alle province di Varese, Como, Lecco, Sondrio, ha avuto meno contagi in percentuale di alcune zone del Veneto, delle Marche, del Piemonte e dell’Emilia-Romagna. Non è questione di modello, ma di focolai". Sulla zona rossa mancata di Alzano Lombardo e Nembro ribadisce: "L’abbiamo chiesta per Codogno e per la Bergamasca. Il governo ha dato il via libera per la prima e non per la seconda (....) C’erano già i militari per chiuderla, ma il governo ha atteso il 7 e poi non lo ha fatto. Io non comando le forze armate e da solo non potevo andare avanti".

Leggi anche

Golfo Aranci