Coronavirus: Calzavara, addio tornelli termoscanner rapido e sicuro

lavoro
AdnKronos
Udine, 4 mag. (Labitalia) - L'azienda friulana Calzavara ha realizzato soluzioni che rilevano con precisione la temperatura corporea in meno di un secondo su soggetti in movimento, già installate negli aeroporti di Bologna e Trieste e a Palazzo Madama, e in grado di valutare quante persone ci sono e quanto sono distanziate tra loro in strade e piazze, così da evitare assembramenti. L'azienda ha messo a punto un sistema con termoscanner in grado di rilevare la temperatura corporea non solo istantaneamente, ma su soggetti in movimento disposti su due file, e con un’accuratezza di appena 0,2 gradi di possibile scarto. In questo modo, le persone possono entrare nelle strutture rapidamente, camminando senza fermarsi. La rilevazione si effettua in circa 0,3 secondi seguendo il soggetto che si muove e la soglia d’allarme scatta dopo i 37.5 gradi.E’ una soluzione indicata per controllare flussi più o meno grandi di persone come nel caso di stazioni, aeroporti, stadi, fabbriche, scuole, frontiere, palazzi e uffici. Inoltre, con l’arrivo dell’estate sorgerà l’esigenza di misurare la temperatura corporea dei presenti in luoghi, manifestazioni ed eventi all’aperto, come concerti, spettacoli o gare sportive. Grazie a 'start' (sistema termografico per applicazioni rischierabili e trasportabili), un container mobile (shelter) dotato di termoscanner in cui la temperatura viene mantenuta costante da climatizzatori, il sistema di rilevazione percepisce l’ambiente come chiuso e quindi non subisce variazioni esterne che ne comprometterebbero l’attendibilità. E’ adatto a piazze, arene, spiagge, imbarchi di traghetti, parchi.I sistemi di Calzavara sono in grado di controllare, censire, seguire le persone in movimento ovunque: si tratta di opzioni del controllo del territorio finalizzate alla gestione urbanistica, alla sicurezza, alla demografia, agli spostamenti e ai trasporti. Ad esempio, sono attivi da anni in diversi comuni italiani dei sistemi e network di telecamere su piazze, vie e luoghi pubblici, collegati a centrali di controllo sia pubbliche (le forze di polizia) che private. “Vogliamo contenere - afferma Massimo Calzavara, amministratore delegato di Calzavara - i rischi di contagio nella fase di ritorno alla normalità sfruttando la nostra esperienza nei sistemi per la sicurezza, la video sorveglianza e il controllo degli accessi. Abbiamo installato i nostri sistemi termografici negli aeroporti di Trieste e di Bologna, e al Senato della Repubblica”.

Leggi anche