Coronavirus: Mollicone, 'chiarire dubbi su origine in laboratorio'

politica
AdnKronos
Roma, 4 mag. (Adnkronos) - "I dubbi sollevati dal segretario di Stato americano Pompeo e dalla Francia sull'origine del virus in laboratorio e la sua eventuale fuga tramite contagio accidentale o mancata aderenza alle più basilari norme di sicurezza sono inquietanti e necessitano di essere chiariti al più presto". Lo chiede Federico Mollicone, deputato di Fratelli d’Italia e componente dell’Unione interparlamentare Italia-Stati Uniti."Anche la Germania e l'Australia -aggiunge- stanno chiedendo trasparenza al regime comunista cinese. La Cina garantisca trasparenza sulla propria politica scientifica e chiarisca cosa è avvenuto nei laboratori di Wuhan, se ci sono state falle di sicurezza, come già ampiamente documento da Le Monde, se gli esperimenti condotti possono aiutare lo sviluppo di un vaccino e se il Partito comunista non abbia volutamente utilizzato forme di propaganda per evitare di mostrare la reale entità della pandemia nella regione e nella nazione cinese. Il ministro degli Esteri Di Maio -nonostante l’entusiasmo verso la Cina e il Partito comunista cinese- richieda all’Organizzazione mondiale della sanità di indagare". "Nel Lab4 di Wuhan era, ad esempio, pratica comune gettare nei lavandini materiale biologico che sarebbe invece dovuto essere smaltito in contenitori speciali e bruciato, e il rapporto fra personale studentesco e di ruolo -normalmente di 1 a 1 o 2 a 1- era di 20 a 1".

Leggi anche