Giustizia: Conte, 'fuori da realtà Bonafede condizionato da mafia, piena fiducia' (2)

politica
AdnKronos
(Adnkronos) - Il duro attacco dell'ex pm antimafia di Palermo contro il Guardasigilli, andato in scena ieri sera nel corso della trasmissione 'Non è l'arena' di Massimo Giletti, è stata al centro della giornata polemica, con Bonafede nel mirino dell'opposizione e non solo, visto che anche Matteo Renzi ha chiesto chiarezza sulla vicenda. Di Matteo ha infatti accusato pubblicamente il responsabile della Giustizia di avergli prima proposto, nel 2018 (governo Lega-M5S), il posto di capo del Dipartimento delle carceri, ma di aver fatto poi marcia indietro -questa la ricostruzione del magistrato- alla luce delle registrazioni della polizia penitenziaria di importanti boss che temevano l'arrivo di Di Matteo al Dap. Si tratta di registrazioni, viene sottolineato in ambienti di governo come sostenuto dallo stesso Bonafede, di cui il Guardasigilli era già a conoscenza prima di proporre a Di Matteo di entrare in squadra.

Leggi anche