Coronavirus: studio Ihme, 'negli Usa oltre 137mila morti entro agosto'

salute
AdnKronos
Washington, 11 mag. (Adnkronos Salute) - Un modello matematico realizzato dall'Institute for Health Metrics and Evaluation (Ihme) della University of Washington prevede che negli Stati Uniti ci saranno oltre 137mila decessi da coronavirus entro l'inizio di agosto. L'aumento dei decessi sarebbe causato dall'aumentata mobilità degli americani, conseguenza del crescente numero di stati che stanno progressivamente allentando le misure di contenimento del virus. Per realizzare il modello, gli specialisti dell'Ihme hanno utilizzato anche i dati di tracciamento anonimi ricavati dagli smartphone. "A meno che e fino a quando non ci saranno un'accelerazione dei test, il tracciamento dei contatti, l'isolamento delle persone risultate positive e l'uso diffuso delle mascherine in pubblico ci sarà un significativo probabile aumento di nuove infezioni", ha spiegato Christopher Murray, direttore dell'Ihme. L'allentamento delle misure restrittive è iniziato in alcuni stati alla fine di aprile, con South Carolina e Georgia a guidare la lista, introducendo alcuni dei provvedimenti più radicali. Entro la fine di questa settimana, quasi tutti gli stati dell'Unione avranno consentito un allentamento del lockdown. Secondo il conteggio della Johns Hopkins University, ad oggi i casi di coronavirus negli Usa sono oltre 1.329.700, con almeno 79.528 decessi.

Leggi anche

SIDDURA